Visualizzazione post con etichetta concerti. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta concerti. Mostra tutti i post

venerdì 10 agosto 2012

Damien....

Uno dei migliori concerti a cui abbia assistito...è stato a dir poco stupendo...
Scenografia semplicissima : due sedie, un tavolino, una batteria ed un piano. Tutto qui...
E lui, la sua voce, i suoi dialoghi quasi comici e la sua bellissima musica...da "Amie" a "The Blower's Daughter", passando per "Cheers Darlin'", "I remember", "Rootless Tree", "Delicate" e una bellissima versione di Cannonball cantata al buio, senza microfono e con tutti noi a fargli da coro...una delle più belle versioni mai ascoltate...che è poi sfociata in una cover di Hallelujah degna del miglior Jeff Buckley e altrettanto carica di pathos...
E quando poi ha coinvolto tutti nel cantare "Volcano", facendo salire tutti sul palco e facendo cantare tutti, ma proprio tutti...
E a proposito di questo, eccovene un pezzettino...la qualità non è ottima, ma è il meglio che son riuscito a fare...

video

venerdì 15 giugno 2012

43 giorni al concerto di Damien...

manca poco meno di un mese e mezzo al concerto di Damien Rice a Firenze....non vedo l'ora!!! :D

domenica 10 giugno 2012

There's No Place Like London...

Ed ecco qui un resoconto abbastanza dettagliato su questi giorni a Londra...
day 1: si parte da Bologna alle 10.25 per essere alle 11.35 (ora locale) a destinazione...La prima cosa che ci si para davanti è l'infinità di tunnel di Gatwick...respiriamo l'aria aperta solo una volta giunti a Victoria Station...
e una volta arrivati lì sembra di essere al Ministero della Magia di Harry Potter...gente vestita in maniera elegantissima: giacca, cravatta, pantalone nero...e ragazze vestite in classico stile "nanny"...
Da Victoria, poi, si raggiunge il nostro appartamento in Gloucester Terrace, proprio a due passi da Hyde Park...e wow! Anche Hyde Park meraviglioso...per la prima volta sono riuscito anche a vedere un simpaticissimo scoiattolo :D
E dopo aver pranzato (io rigorosamente con Fish & Chips), via verso Fleet Road...alla ricerca della Bakery, il mitico studio dei Coldplay...e dopo tanto camminare, finalmente...ECCOLO!!! Davanti ai nostri occhi!!! Purtroppo però loro non erano lì, quindi non abbiamo potuto avere un incontro ravvicinato con i miei musicisti preferiti!
Abbandoniamo Fleet Road e andiamo verso Piccadilly, dove comincia a piovere...proprio mentre siam diretti lì, ma cos'è Londra senza un po' di pioggia? "Prima o poi finirà"...ma niente, torniamo in hotel praticamente fradici!
E ci addormentiamo quasi immediatamente...


day 2: Dopo una sana colazione continentale (mentre la gente accanto a noi mangiava fagioli, bacon e uova) si riparte per un altro giro per Londra...
Da Oxford a St.Paul, dove ci fermiamo per vedere la chiesa in cui fu celebrato il matrimonio di Diana...e cominciamo a unirci un po' di shopping nei negozietti intorno...
Decidiamo di vedere poi il Millennium Bridge e il Tate Museum, ma proprio mentre siamo a mezzo passo dal ponte delle guardie ci fermano: si poteva accedere solo con il biglietto...perché c'era la parata con le barche per il Diamond Jubilee della Regina e quindi dovevamo usare uno dei ponti adiacenti...(una bella sfacchinata, non c'è che dire...). Il problema è stato tornare indietro...anche il ponte usato in precedenza era bloccato dopo il nostro giro al Tate, quindi abbiamo dovuto cercare una stazione della tube nei paraggi e dirigerci alla volta di Carnaby Street...dove al pranzo è succeduto un luuuungo momento shopping tra negozi di moda (compreso A&F), negozietti di té e roba del genere...
E di nuovo, pioggia....u.u Proprio nell'ultima tappa del nostro giro: Baker Street...alla volta del The Beatles Store, avevo promesso a Christian che gli avrei regalato la borsa e l'ho fatto...:D
La sera sembrava avesse smesso, così ci dirigiamo verso la torre dell'orologio più famosa del mondo: il Big Ben!!
E, ovviamente, the House of Parliament, Westminster etc. Solo che ci siam ribeccati acqua e per di più eravamo straaffamati, ma tutto stava chiudendo e così ci siamo dovuti accontentare di un disgustoso panino da Subway (avete presente McDonald's? 10mila volte peggio!)...e poi di ritorno all'appartamento!!!
Ma è arrivata la parte migliore: il day 3!!!
Si parte per il Tower Bridge già in tenuta da concerto e dopo una visita dall'esterno alla Torre di Londra, si parte per King's Cross, dove avevo appuntamento con la mia amica Martina e dove ne approfitto per fare (ovviamente) una foto al binario 9 e 3/4!!!
E poi via, verso l'Emirates Stadium...dove finalmente ricevo i miei biglietti, ordinati a novembre 2011 e mi infilo in coda...purtroppo diversa da quella dei miei amici e quindi finisco col perderli, nonostante ci fossimo dati appuntamento ai tornelli...ma ci metto poco a recuperarli e mi ritrovo ad oscillare dalla 2a alla 4a fila per tutto il concerto...potevo quasi toccarli, è stato meraviglioso...mi son commosso davvero tanto...uno spettacolo unico. Sono stati meravigliosi, davvero!!!!
Le emozioni nel vedere Chris correre su e giù per il palco, Will così tenero dietro quella batteria, Jonny alla chitarra e anche l'atteggiamento menefreghista di Guy...e tutti quei coriandoli che scendevano giù....davvero meravigliosi!!!!
Unica pecca: il mio braccialetto che per tutto il concerto è rimasto spento, ma si è acceso il giorno dopo in Victoria Station...



sabato 14 aprile 2012

Us Against The World @ HJF




Ero lì mentre la suonavano...il regalo di compleanno più bello al mondo! che bello!!!

Oh, morning come burstin'the clouds, amen
lift off this blindfold, let me see again
and bring back the water, let your ships rode in
in my heart she left a hole

the tightrope that I'm walking just swings and ties
the devil, as he's talking, with those angel's eyes
and I just wanna be there when the lightning strikes
and the saints go marching in

and sing slow it down
through chaos as it swirls
it's us against the world

like a river to a raindrop I lost a friend
my drunken hazard Daniel in a lion's den
and tonight I know it all has to begin again
so whatever you do, don't let go

And if we could float away, 
fly up to the surface and then start again
and lift off before trouble just erodes us in the rain
just erodes us and see roses in the rain

 sing slow it down
slow it down
through chaos as it swirls
it's us against the world