mercoledì 27 giugno 2012

La civile Italia

Credits: GAY.TV
"in Italia puoi passeggiare mano nella mano con il tuo ragazzo" mi ha scritto il mio amico Maghetto. E' vero...l'ho potuto fare, ma solo in tre/quattro posti finora...e solo in due non sono stato guardato male: Firenze e Pisa. Punto. Persino nell'aperta Bologna delle signore non mi han tolto gli occhi di dosso...
Nel mio paese, poi, è impensabile! Verresti additato e criticato per mesi, diventeresti lo zimbello del paese, sorpassando di misura anche il mio vicino di casa ai domiciliari per spaccio...
E così nel gran resto della penisola...quindi, così civile, l'Italia non è...
Giusto per fare qualche esempio, elenco dei link

[Picchiati dai buttafuori perché gay]
[Calabria: gay umiliato in ospedale]
[Picchiati perché si stavano baciando]
[Picchiati perché gay]

Poi, è chiaro...in qualunque cosa, prendendo d'esempio chi è peggio si risulta migliori...


2 commenti:

Mago di Oz ha detto...

Intanto mano nella mano col tuo ragazzo hai camminato e se ti ha dato fastidio sentirti gli occhi addosso sappi che avviene un pò in tutti i paesi del mondo e non solo perchè sei gay: io ho gli occhi puntati addosso prchè sono un sordomuto e ogni volta che muovo le mani per parlare si mettono a ridere e in solo in Italia.
Anche in Inghilterra ci sono paesini piccoli dove la gente mormora e non tutti amano farsi vedere mano nella mano col compagno o la compagna; ci sono anche lì luoghi dove la gente spaccia, non abbiamo solo noi il primato.
Ma poi tutto dipende dalle persone: c'è chi si fa un problema del farsi vedere col partner e chi no.
Però da amico ti dico che mi da fastidio che si parli male e basta dell'Italia: l'Italia la facciamo noi, quindi se secondo te siamo così incivili la colpa è solo nostra, anche tua, mia e di Andre, Lorenzo e chi più ne ha più ne metta.
Ho trovato anch'io altre chicche sugli inglesi, per dimostrare che in fondo siamo sempre tutti uguali.

http://www.queerblog.it/post/14441/scuole-libere-di-essere-omofobe-nel-regno-unito

http://www.key4biz.it/News/2005/06/08/Rete_Mobile/Cresce_il_bullismo_via_sms.html

http://www.adiscuola.it/adiw_brevi/?p=309

E non parliamo degli atti di saccheggio e vandalismo perpetrati l'anno scorso da ragazzi per lo più minorenni che hanno anche ucciso delle persone, tanto è vero che in Inghilterra hanno dovuto introdurre il coprifuoco.

Dai Simo, tutto il mondo è paese: la merda ce l'abbiamo noi ma anche gli altri. Non ti piace com'è l'Italia: datti concretamente da fare per rendere il nostro paese migliore.

Andrea ha detto...

Credo che tu abbia ragione sul fatto che nessun posto è perfetto, però questo non vuol dire che non sia buona prassi prendere da esempio alcuni comportamenti corretti che vediamo. Ancora devo darti il mio completo appoggio quando dici che il nostro Paese lo facciamo noi e che quindi se non siamo noi i primi a cambiarlo non lo farà certo da solo, inutile starsene a braccia conserte a lamentarsi. Credo che informarsi e fare informazione sia già un buon punto di partenza, no?! Sapere cosa hanno di positivo rispetto a noi i nostri vicini e promuoverlo anche qui mi sembra un buon atto verso il cambiamento.