lunedì 26 novembre 2012

Trenitalia risponde...

Tornato a casa dalla visita di controllo, apro la mia casella mail e trovo questo messaggio da parte di Trenitalia


Gentile cliente,
in merito alla Sua mail del 21 novembre u.s., La informiamo che abbiamo provveduto ad inoltrare la segnalazione all’Ufficio competente che ha convocato il Capo Treno;  lo stesso ha dichiarato che il viaggiatore voleva pagare esclusivamente il biglietto privo di maggiorazione.
Ad ogni modo sono state intraprese misure formative volte a evitare eventuali future situazioni similari a quella da Lei descritta  
RingraziandoLa per la segnalazione La salutiamo cordialmente.
Divisione Passeggeri Regionale Direzione Regionale Puglia - Il Direttore

Mi ha fatto piacere sapere che abbiano risposto e fatto qualcosa tempestivamente (non sono passati nemmeno 5 giorni!) e spero che le misure formative siano state prese sul serio...un richiamo, una multa o qualcosa. Indipendentemente dal fatto che il viaggiatore volesse pagare o meno il biglietto privo di maggiorazione, non è una scusante per mettere le mani addosso ad una persona!





2 commenti:

Mago di Oz ha detto...

Misure formative?!
Semmai si dice azione formativa, ma almeno ti hanno spiegato cos’è un’azione formativa?
Azione formativa non è “un richiamo, una multa o qualcosa”; è un termine multitasking per definire un insieme di processi che riguardano il miglioramento di un soggetto, di un’azienda o di un ente e possono andare dal problem solving a un corso di aggiornamento, allo sviluppo di una rete HR e tante altre iniziative che riguardano il mondo dei formatori.
I miei complimenti per l’esultante post.

Perciò mi chiedo: a quale terribile azione formativa sarà sottoposto il capotreno che stava facendo il suo dovere?
Sicuramente a un corso di formazione in cui gli sarà insegnato a chiedere umilmente scusa a tutti i furbi che cercano di salire sul treno senza biglietto e poi si scusano dicendo tanto lo pago a bordo del treno (ah, a proposito, ma prima voleva farlo a bordo e ora voleva farlo senza pagare la maggiorazione: hai dimenticato ancora qualche particolare?).
Sai una cosa? Il capotreno non sarà costretto a un bel niente e continuerà il suo giusto lavoro, che può piacere o meno ma è un lavoro utile per evitare che troppi furbi facciano quello che vogliono.
Resto sempre della mia opinione: si sale su un mezzo di trasporto col biglietto in mano, altrimenti si aspetta il mezzo successivo.

Olòrin ha detto...

Hanno scritto loro "misure formative" e io l'ho ripetuto...
Credo che comunque si riferiscano ad un richiamo...
Lo so che su un mezzo si sale col biglietto in mano, ma questo non giustifica chi ha il dovere di controllare che venga fatto ad alzare le mani...